1960-2010 Associazione per l'Istituto musicale Opitergium

50 anni in musica ...and more.

Storia

1960 fondazione della Scuola su iniziativa dei maestri Fabrizio e Lydia Visentin, che trovano nell’allora parroco della città, mons. Domenico Visintin, un entusiasta sostenitore del progetto. Egli infatti mette a disposizione un’ala del prestigioso piano nobile di palazzo Foscolo, di proprietà della parrocchia.
Nel giro di pochi mesi l’Istituto conta due insegnanti e una ventina di allievi, iscritti ai corsi di Pianoforte, Fisarmonica, Violino e Teoria e Solfeggio.

Viene data all’Istituto una veste legale, con la stesura dell’atto costitutivo e dello Statuto. Vengono inoltre eletti il primo Consiglio di Amministrazione ed il primo Presidente, l’On. Aristide Dal Sasso, che ricoprirà tale carica per oltre un ventennio.

1963 prende il via la prima stagione concertistica che da allora, con qualche breve interruzione, caratterizza la vita culturale dell’Istituto e della città. Unitamente ad essa si tengono, promossi dall’entusiasmo e dalla competenza di Vito Dalla Torre, incontri ed audizioni discografiche che propongono un ascolto guidato dei brani più significativi della letteratura musicale.

Alla fine del quinto anno di attività gli allievi dell’Istituto raggiungono il centinaio, con sei insegnanti.
A partire dagli anni ‘70 gli allievi provengono non più solo da Oderzo, ma da tutto il Comprensorio.

1974 la sede passa, dopo che un incendio rovinoso distrugge parte del tetto e degli interni, da palazzo Foscolo ad uno stabile di via Garibaldi, successivamente alla casa padronale Levada, in via D’Annunzio, per poi approdare definitivamente alla sede attuale, al nº 27 di via Garibaldi (palazzo Moro).
Nel frattempo si amplia il numero degli insegnamenti impartiti, che comprendono le cattedre di Pianoforte, Violino, Violoncello, Contrabbasso, Flauto, Clarinetto, Chitarra, Fisarmonica, Canto, Teoria e Solfeggio, Storia della musica e Cultura musicale generale (armonia), Propedeutica per i bambini a partire dal 4º anno di età.
Decine sono gli allievi che, a partire dal 1974, conseguono il Diploma presso Conservatori Statali di Musica sotto la guida degli insegnanti dell’Istituto. Si tratta di allievi che, oltre a prestare la loro opera in qualità di insegnanti all’interno dell’Istituto stesso, hanno trovato una loro collocazione professionale all’interno di Istituzioni e di Enti musicali.

1986 la Scuola assume lo stato giuridico di Associazione, con il nome di Associazione per l’Istituto Musicale «Opitergium», dotandosi di nuovo Statuto e di Consiglio di Amministrazione.

1994 agli insegnamenti classici si affiancano le nuove cattedre dedicate alla musica moderna: Piano jazz, Chitarra moderna, Batteria, Basso, Saxofono e Canto moderno.
Collateralmente allo svolgimento dell’attività di insegnamento, l’Associazione contribuisce in maniera determinante alla nascita e al mantenimento di un cospicuo numero di attività musicali: a partire dal Coro di voci bianche e dal Coro femminile Città di Oderzo, per giungere alle attuali Giovani Voci Opitergine ed al Coro Giovanile diretti dal M° Roberto Brisotto; dai corsi per cantanti lirici tenuto da Maria Chiara al corso annuale organizzato dalla fondazione Ezio Pinza di Pittsburgh (Usa), dedicato all’apprendimento dell’opera italiana da parte di giovani cantanti americani, agli incontri per cantanti giapponesi tenuti dal tenore Miro Solman, aventi come esito produzioni operistiche rappresentate in città del Veneto e del Friuli Venezia-Giulia; dai rapporti sinergici stretti con Conservatori Statali di Musica all’opera di sensibilizzazione svolta, grazie alla disponibilità dell’Amministrazione Comunale, nelle Scuole Materne e Primarie del territorio.